Il mercato del Forex, dalla A alla Z

Il mercato del Forex, dalla A alla Z

Forex, Foreign Exchange Market, è il mercato in cui si scambiano le valute ed è il più grande mercato al mondo, all’interno del quale oggi giorno si muovono grandissime quantità di denaro.

È un settore che non conosce mai sosta, a parte il sabato e la domenica (con l’eccezione per quest’ultima dei mercati di Abu Dhabi e Tel Aviv), in quanto è aperto, a causa dei fusi orari dei vari Paesi del mondo, dal lunedì mattina al venerdì sera senza interruzioni.

Il Forex ha una natura molto particolare, è assente infatti la standardizzazione che è propria di un mercato regolamentato e se da un lato questo aspetto, agevolando gli scambi, crea una volatilità limitata, dall’altro conduce a incertezza in quanto mancante di una piattaforma che garantisca prezzi e contratti. Questo tipo di mercato si chiama over the counter e ogni quotazione offerta dai broker si discosta l’una dall’altra, anche se la variazione è sempre minima.

Se negli anni passati si avvicinavano al Forex soltanto investitori istituzionali, con la diffusione di internet il mercato ha attirato a sé un gran numero di piccoli e grandi risparmiatori.

Nel Forex si scambiano le valute, la compravendita avviene sempre in coppia, ossia si decide di acquistare una moneta, ad esempio l’euro, e venderne un’altra come il dollaro, attraverso l’intercessione di un broker o di un dealer. Il cambio appare in questo modo: EUR/USD = 1,10.

La prima valuta (in questo caso euro) è quella base, mentre la seconda (dollaro) è quella quotata. Il cambio indica che se si vuole acquistare un euro, occorreranno 1,10 dollari o, al contrario, se si vuole vendere, si riceveranno in cambio di un euro.

Il metodo più semplice per iniziare a fare trading di valute è aprire un conto demo che molti broker offrono gratuitamente. Attraverso questo strumento si può fare pratica e cimentarsi nel Forex con soldi virtuali.

Con le previsioni giuste in merito a come può muoversi una moneta nei confronti di un’altra si può ricavare molto profitto.

Si apre una posizione denominata long quando la previsione per la valuta di base è che salga rispetto a quella quotata. Si parla invece di operazione short quando si presume che la valuta base scenda. In questo mercato quindi si può guadagnare non solo quando la valuta sulla quale si è scommesso sale, ma anche quando scende, naturalmente se la posizione aperta è stata short. La commissione del broker è data dalla differenza tra i prezzi di acquisto e vendita e per alcuni questo spread è davvero molto competitivo permettendo guadagni più alti.

Tra i vantaggi di questo tipo di mercato si trovano appunto le commissioni molto basse, quasi pari a zero, ma anche la possibilità di operare in qualsiasi momento, tranne che nei fine settimana e l’apertura di un conto da dedicare al trading che non necessita di ingenti somme. Il fatto che il Forex sia inoltre un mercato molto liquido è un altro punto a suo favore, praticamente non esiste il rischio di rimanere senza acquirenti, ma soprattutto molto interesse lo desta la leva finanziaria.

L’effetto leva permette di aumentare in modo esponenziale il profitto, ma al tempo stesso anche di perdere gran parte del capitale. La leva finanziaria consente di investire una somma molto più grande di quella che si ha effettivamente, è una sorta di moltiplicatore del capitale investito. Potendo aprire un conto di trading anche con solo 100 euro, una leva 400 trasforma un investimento da 100 euro in uno da 4000.

Una leva così alta è offerta solo dai migliori broker, ma in ogni caso è bene ricordare che questo tipo di strumento implica rischi più elevati.

Please follow and like us:
error

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *